Chiomonte

Mara Favro scomparsa, il fratello: "Va aperto un fascicolo per omicidio e occultamento di cadavere"

Prima l'ipotesi di un allontanamento volontario, ma troppi elementi non tornano

Mara Favro scomparsa, il fratello: "Va aperto un fascicolo per omicidio e occultamento di cadavere"
Pubblicato:
Aggiornato:

"Ciao Massimiliano, ascoltami. Io sabato lavoro dalle tre del pomeriggio fino a chiusura per cui non riesco a fare l'orario dell'altra settimana. Fammi solo sapere qualcosa, mandami un messaggio di conferma. Grazie, sei gentile. Ciao".

E' il contenuto di un messaggio vocale che Mara Favro, 51 anni, residente a Susa, ha inviato al marito il 7 marzo 2024 andato in onda nel corso della trasmissione di Rai3 Chi l'ha visto? andata in onda questo mercoledì 29 maggio 2024.

I fatti

Mara aveva appena trovato lavoro come cameriera in una pizzeria di Chiomonte, è una delle ultime notizie che la donna dà al fratello, l’ultimo a sentirla alle 20.32 di giovedì 7 aprile 2024, prima di sparire. Lui, intervistato il 10 aprile 2024 sempre dalla trasmissione Chi l'ha visto? è preoccupatissimo perché Marta segue una terapia che prevede l'assunzione quotidiana di farmaci e che non ha portato con sé.

In casa, a Susa, ci sono anche le chiavi della sua auto, rimasta parcheggiata lì vicino, mentre lei ha portato con sé il telefono cellulare, che però risulta spento. L'ultimo a vederla è il titolare della pizzeria a fine del turno. Poi, Mara scompare nel buio della notte dopo aver deciso di tornare a casa a piedi dal ristorante di Chiomonte, dove ha appena finito il turno, a Susa dove abita.

Il vocale

Con quel vocale la 51enne si stava mettendo d'accordo con l'ex per passare del tempo con la sua amatissima figlia con la quale aveva in programma di andare in piscina e pranzare. Non sembrano quindi le parole di qualcuno che nella notte decide di scomparire nel nulla di propria iniziativa.

Mara Favro, 51 anni, è scomparsa da Chiomonte

Nel corso della puntata di Chi l'ha visto? viene fuori un altro elemento importante: una telefonata agli assistenti sociali fatta alle 11 del mattino dell'8 marzo, la mattina dopo quindi la sua scomparsa, subito ci si interroga sul quando e  il dove la donna avrebbe fatto quella telefonata. Ma ecco l'amara scoperta: Favro è un cognome molto diffuso in Val Susa e la telefonata è stata effettuata da un'omonima il cui numero è stato associato per sbaglio al suo nome.
Mara quindi quella mattina non solo non ha chiamato, ma non ha neppure ricevuto i messaggi delle tre persone che l'hanno contattata per ultimi: il datore di lavoro, il fratello e l'ex compagno.

L'ultima notte e i messaggi al gruppo delle mamme

Come dicevamo, Luca, il datore di lavoro, è l'ultimo ad averla vista. Infatti Mara dopo aver lavorato nel suo ristorante a Chiomonte ed essere partita verso casa è tornata perché aveva dimenticato le chiavi. Il datore a questo punto le propone di fermarsi a dormire in una stanza sopra il ristorante perché sono già le 3 di notte. Ma la donna vuole tornare a casa anche facendo autostop - perché, dice, ha un appuntamento con un poliziotto di Cuneo.

Dalle 3 di notte alle 6 del mattino vengono condivide canzoni e foto con un gruppo di mamme e con la figlia, un gesto estremamente inusuale per lei.

Le contraddizioni tra il pizzaiolo e il datore di lavoro

Ma da sempre quello che non quadra in questa storia è il messaggio che Mara avrebbe mandato al pizzaiolo del ristorante dicendo che non sarebbe potuta venire a lavoro l'indomani. Messaggio che sarebbe stato inoltrato dal pizzaiolo Cosimo al datore di lavoro per poi essere cancellato, ma che il pizzaiolo nega di aver ricevuto.

Luca, il datore di lavoro, non ha quel messaggio ovviamente, ma solo la sua risposta. Cosa che, gli fa notare l'inviato di Chi l'ha visto?, non prova nulla, anzi potrebbe costituire un alibi.

Ma tra Cosimo e Luca non è l'unica contraddizione per quanto riguarda il fantomatico messaggio che secondo il pizzaiolo sarebbe stato inviato da Mara ben 3 giorni prima della scomparsa, nel corso di un interrogatorio dai carabinieri infatti Luca lo avrebbe chiesto e il pizzaiolo non lo avrebbe inoltrato, versione smentita dal pizzaiolo che invece afferma di averlo inviato, a questo punto le risposte arriveranno analizzando i tabulati telefonici anche perché dopo cinque settimane, il fratello di Mara, Fabrizio Favro, ha chiesto al pm di indagare per omicidio e occultamento di cadavere. La denuncia in procura per omicidio, consentirà ai magistrati di proseguire nell'attività di indagine.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali