Madonna di Campagna

Lite per gelosia: cazzotti fra automobilisti al semaforo

L'aggressore, denunciato, ha perso le staffe quando ha visto la fidanzata in macchina con un altro.

Lite per gelosia: cazzotti fra automobilisti al semaforo
Cronaca Torino, 17 Luglio 2021 ore 11:32

Sembrava una lite fra automobilisti per motivi di viabilità, invece era un vero e proprio raid scatenato dalla gelosia. A farne le spese un automobilista che ha rimediato due cazzotti in faccia con conseguenti lividi ed ecchimosi. Sono circa le 20 quando viene segnalata al 112 una lite tra due soggetti a seguito di un sinistro stradale. La pattuglia del Commissariato Madonna di Campagna giunta sul posto trova ad attenderli un uomo che presenta una tumefazione all’occhio ed una ecchimosi al naso. Questi riferisce agli operatori quanto accaduto poco prima.

Fermo ad un semaforo a bordo della propria auto, la vittima ha visto improvvisamente sopraggiungere dal lato opposto della carreggiata un veicolo e posizionarsi davanti a lui, al fine di sbarrargli la strada. Pochi istanti e dalla macchina scendeva un individuo, cittadino italiano di 25 anni, che ha iniziato a sferrare una serie di pugni sul suo cofano. Il conducente è sceso chiedendo contezza di quel gesto ma l’aggressore gli si è buttato addosso, sferrandogli due violenti pugni in pieno volto.

Terminata l’aggressione, quest’ultimo è risalito in macchina ed è fuggito sgommando. Alla base del gesto, verosimilmente, un moto di gelosia: la vittima era in auto con un’amica, nonché compagna del venticinquenne che ha perso le staffe forse pensando di essere tradito dalla fidanzata. L’uomo protagonista di questa lite per gelosia fra automobilisti è stato comunque denunciato dalla Polizia per violenza privata, minacce e lesioni.