Tradito dall'etichetta

Puzza troppo per il gran caldo e va al super a rubare magliette nuove, ma…

I poliziotti non si sono fati impietosire e hanno comunque denunciato il giovane ladro "vanitoso".

Puzza troppo per il gran caldo e va al super a rubare magliette nuove, ma…
Torino, 09 Luglio 2020 ore 14:59

Il caldo estivo di questi ultimi giorni regala poca tregua in tutto il Piemonte e può essere dura sopravvivere senza sufficienti cambi d’abito… o almeno è per questo motivo che un venticinquenne, martedì 7 luglio 2020, si è fatto beccare con qualche t-shirt di troppo al Bennet di via Renier, a Torino.

Ruba magliette: tradito dall’etichetta

“Non volevo emanare un cattivo odore”.

Sembra incredibile, ma è esattamente questa la scusa che il ragazzo ha tirato fuori dal cilindro, una volta colto in flagrante e messo alle strette.

Entrato nel reparto abbigliamento, ha arraffato quattro magliette. Dopo aver eliminato l’antitaccheggio, le ha indossate una sopra l’altra, dirigendosi verso l’uscita. A tradirlo è stata un’etichetta “griffata” che fuoriusciva dal colletto della sua maglia.

Un dettaglio immediatamente notato dal responsabile del negozio che lo ha fermato e trattenuto fino all’arrivo della Polizia.

Puzza troppo per il gran caldo, così…

Davanti agli agenti, la disarmante ammissione: il giovane ha sostenuto d’aver rubato i capi per necessità, “travolto da un insolito destino”, o più precisamente dal gran caldo:

“Puzzavo troppo, non potevo continuare ad andare in giro così!”, s’è giustificato.

Beh, con quattro magliette in effetti sarebbe riuscito a garantirsi ricambi freschi per un po’… ma, che la spiegazione abbia convinto o meno poco conta, i poliziotti non si sono fati impietosire e hanno comunque denunciato il giovane ladro “vanitoso”.

LEGGI ANCHE: Sequestrata a Torino stamperia di falsi ricambi d’auto: poi venivano venduti in tutto il mondo VIDEO

Il badante-aguzzino finalmente lo lascia solo e l’anziano riesce a chiamare il 112

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità