Preso e arrestato

Gli sferra un pugno in faccia e gli ruba il borsello, poi aggredisce gli agenti

Nelle fasi concitate un poliziotto ha riportato escoriazioni ad un braccio

Gli sferra un pugno in faccia e gli ruba il borsello, poi aggredisce gli agenti
Cronaca Torino, 27 Agosto 2021 ore 13:21

Ha avvicinato un ventenne, suo connazionale, che stava chiacchierando con degli amici al di fuori di un locale di via Stradella, e gli ha chiesto una sigaretta. Ma era solo una scusa: l’uomo, un ventinovenne nigeriano, con la complicità di altre persone ha accerchiato la vittima, gli strappato violentemente il borsello di dorso e, dopo averlo colpito con un pugno al volto, si è allontanato. 

Aiutato dalla polizia

Il rapinato, ripresosi dal colpo ricevuto, ha cercato aiuto e ad un certo punto viene visto da una pattuglia della Polizia di Stato che stava transitando a poca distanza.

Gli agenti, poco dopo, inseguono immediatamente l’autore del fatto: questo, vistosi raggiunto, impugna delle bottiglie di vino che aveva con sé e le ha brandite contro gli operatori. Ha tentato in tutti i modi di colpirli, in modo da guadagnare la fuga ma, con non poca difficoltà, veniva reso inoffensivo. Nella colluttazione, un agente riportava delle escoriazioni al braccio.

L'azione violenta in auto

Una volta all’interno della Volante di servizio, il ventinovenne ha continuato la sua azione violenta, danneggiando con i piedi gli interni della vettura e sputando all’indirizzo dei poliziotti: questi ultimi riuscivano a riconsegnare alla vittima il borsello, dal quale però mancavano delle banconote per un valore complessivo di 200 euro.

Arrestato dalla polizia

Il ventinovenne è stato arrestato per rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato.