Menu
Cerca
"Rail Safe Day"

Controlli nelle stazioni ferroviarie: 995 persone identificate, 2 denunciate

127 in totale gli operatori impegnati in 20 stazioni ferroviarie del Piemonte e della Valle d'Aosta.

Controlli nelle stazioni ferroviarie: 995 persone identificate, 2 denunciate
Cronaca Torino, 21 Maggio 2021 ore 14:20

"Rail Safe Day": Giornata di controlli straordinari della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie del Piemonte e della Valle d'Aosta.

"Rail Safe Day": controlli nelle stazioni ferroviarie

995 persone controllate di cui 259 straniere e 67 minori, 127 operatori impegnati in 20 stazioni ferroviarie. Questi i risultati del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta nell’ambito della giornata di controlli organizzata a livello nazionale, su disposizione del Servizio Polizia Ferroviaria di Roma, per la prevenzione dei comportamenti scorretti in ambito ferroviario, quali attraversamento dei binari, salita o discesa dai convogli in movimento, indebita presenza sulla linea ferroviaria, attraversamento di passaggi a livello chiusi o in movimento spesso causa di conseguenze gravi per l’incolumità dei viaggiatori. I controlli hanno interessato l’intera competenza ferroviaria in entrambe le regioni, con mirati servizi di prevenzioni nelle stazioni con maggior flusso di utenti e traffico ferroviario. A Torino, i servizi sono stati effettuati congiuntamente alle Unità Cinofile della Questura.

Due denunciati a Torino

Nella stazione di Porta Nuova, gli agenti hanno denunciato un trentaseienne ivoriano, con numerosi precedenti di polizia, per rifiuto di generalità e inottemperanza al divieto di avvicinamento ad un noto esercizio commerciale della stazione. L’uomo, controllato all’interno dello scalo, si è rifiutato di declinare le proprie generalità e di consegnare un documento identificativo.

Sempre a Torino Porta Nuova, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale un ventunenne senegalese, residente a Milano. Lo straniero è stato intercettato dalla pattuglia della Polfer durante i servizi di vigilanza, mentre vagava in stato confusionale lungo la banchina al fondo di un binario. Raggiunto, il ragazzo si è mostrato non collaborativo e, cercando di eludere il controllo, ha tentato di compiere un gesto anticonservativo sporgendosi pericolosamente oltre a linea gialla di sicurezza che delimita la banchina dai binari. Prontamente bloccato dai poliziotti, il 21enne è stato accompagnato negli uffici della Polfer, dove è stato denunciato.