Cronaca
Lutto in città

Giornalista torinese si è spento a 57 anni alla Vigilia di Natale

Marco Mathieu, amante della musica e del calcio, era finito in coma a causa di un ictus dal luglio 2017.

Giornalista torinese si è spento a 57 anni alla Vigilia di Natale
Cronaca Torino, 25 Dicembre 2021 ore 09:26

Si è spento nel giorno della Vigilia di Natale, all'età di 57 anni, Marco Mathieu, giornalista de La Repubblica, una vita interamente legata alla musica e alla scrittura. Dal luglio 2017 si trovava in coma dopo che un ictus lo aveva colpito mentre era in Vespa sulla strada che da Roma porta ad Ostia. Da quel maledetto giorno era ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Camillo.

(Copertina da Facebook)

Marco Mathieu si è spento all'età di 57 anni

Il Torino Calcio e tutta la comunità granata piangono la scomparsa di Marco Mathieu, giornalista de La Repubblica, legato indissolubilmente alle vicende sportive del suo amato "toro". Marco Mathieu si è spento ieri, venerdì 24 dicembre 2021, Vigilia di Natale, all'età di 57 anni.

Da metà luglio 2017, il giornalista sportivo era finito in coma vegetativo dopo che un ictus improvviso lo aveva colpito mentre, a bordo di una vespa, stava percorrendo la strada che porta da Roma ad Ostia. Da quel giorno Marco Mathieu era stato ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Camillo, per poi essere stato successivamente trasferito in una struttura sanitaria di Torino.

Le sue due grandi passioni: la musica e il calcio

Nato a Torino il 6 marzo 1964, Marco Mathieu era stato il bassista dei Negazione, una storica band torinese di hardcore punk molto attiva fra il 1983 e il 1992, con oltre mille concerti e cinque album. Dopo aver lasciato la carriera da musicista, Marco Mathieu si era dedicato interamente al giornalismo e alla scrittura, diventando una penna di punta sia in ambito musicale, sia in ambito sportivo, seguendo la sua grande passione per il Torino Calcio. Amore per i granata che lo ha portato a diventare vice capo della redazione sportiva di Repubblica. Nel corso della sua vita da giornalista, ha scritto anche diversi libri come “A che ora è la fine del mondo?”, “In viaggio con Manu Chao”, “Il portiere di riserva” e “OltreNero”.

Mihajlovic gli era particolarmente vicino

All'epoca del tragico incidente di Marco Mathieu, la storia aveva particolarmente toccato l'allora allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic. Il mister serbo si era lanciato in un incoraggiamento pubblico nei confronti del giornalista amante dei granata:

"Forza Marco, noi ti aspettiamo e tifiamo per te".

Per Marco, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Dal giorno del coma non si è più risvegliato, ma è sempre stato seguito dall’affetto degli amici e, soprattutto, dall’amore della mamma Paola che ogni giorno andava a salutarlo e a leggergli gli articoli della “sua” Repubblica e della Gazzetta dello Sport.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter