arrestato

Folle inseguimento della polizia tra le vie della città finisce con una noiosa attesa (del bus)

Ha cercato di seminare i poliziotti in tutti i modi, ma poi ha deciso di tornare a casa come un onesto cittadino qualsiasi.

Folle inseguimento della polizia tra le vie della città finisce con una noiosa attesa (del bus)
Torino, 12 Ottobre 2020 ore 14:59

Sabato notte, gli agenti del commissariato Madonna di Campagna notano un’auto, con due persone, sfrecciare in corso Toscana e si insospettiscono.

L’inseguimento che sembra uscito da un film

I poliziotti intimano l’alt per procedere ai controlli di routine, ma il conducente non ha nessuna intenzione di fermarsi e, anzi, accelera a tutta velocità iniziando una folle corsa per le vie della città. Proprio come se fosse dentro a un film l’uomo cerca di seminare i poliziotti procedendo a zigazag nel traffico e attraversando diversi incroci con il rosso, fino a superare i 140 km/h. Una volta arrivato al Parco della Pellerina, abbandona auto e passeggero a bordo, totalmente estraneo ai fatti, per proseguire la propria fuga a piedi.

Aspettava il bus come un cittadino qualunque

E qui però, il film cambia, perché se dopo un inseguimento al cardiopalma ci si poteva aspettare di tutto (dal proseguimento a piedi al travestimento per confondere i poliziotti) l’uomo poco dopo viene rintracciato, dagli agenti delle Pegaso, seduto su una pensilina in corso Lecce in totale tranquillità, come se fosse un onesto cittadino qualsiasi, e in attesa dell’autobus per tornare a casa.

I precedenti

Oltre ad avere diversi precedenti di Polizia, il trentaquattrenne era agli arresti domiciliari per questo è stato arrestato per evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Per lui, inoltre, sono scattate le denunce per guida senza patente e per le numerose violazioni alla segnaletica stradale.

 

Leggi anche:

Si spacciavano per coltivatori di canapa: arrestati in 7 con oltre 63 kg di droga FOTO

 

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità