Cronaca
Stazione Pinerolo

Durante un controllo tenta di accoltellare un poliziotto: a casa aveva un arsenale

L'uomo, 43 anni, è stato arrestato: dovrà rispondere di lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di arma clandestina.

Durante un controllo tenta di accoltellare un poliziotto: a casa aveva un arsenale
Cronaca Pinerolo, 27 Ottobre 2022 ore 17:20

Arrestato dalla Polizia un uomo di 43 anni: fermato per un controllo tenta di accoltellare un poliziotto. E' successo alla stazione di Pinerolo. Nella sua abitazione gli agenti hanno trovato un vero e proprio arsenale.

Un arresto in stazione a Pinerolo

Un cittadino italiano di 43 anni è stato arrestato per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di arma clandestina dalla Polizia Ferroviaria nella stazione di Pinerolo.

Il controllo

Gli agenti del Settore Operativo del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta, durante i controlli predisposti nell’ambito dell’intensificazione di vigilanza all’interno della stazione ferroviaria, hanno notato un uomo che, alla loro vista, ha cambiato improvvisamente direzione. Insospettiti, i poliziotti lo hanno inseguito e, una volta raggiunto, gli hanno intimato di fermarsi.

Mostra un coltello

Il giovane ha reagito voltandosi di scatto ed estraendo da sotto la giacca un coltello di grosse dimensioni con il quale ha tentato di colpire all’addome uno degli operanti. Disarmato, l’uomo è stato prontamente bloccato dai poliziotti che si sono procurati diverse ferite da taglio alle mani. Oltre al coltello, l’uomo era in possesso di diversi petardi ed accendini.

 

Pinerolo 1
Foto 1 di 3
Pinerolo 3
Foto 2 di 3
Pinerolo 4
Foto 3 di 3

Un arsenale in casa

A casa del 43enne sono stati successivamente rinvenuti numerosi artifizi esplodenti artigianali, due pistole “scacciacani” modificate con relativi caricatori, due fucili lanciatori artigianali, una lancia artigianale, tre timer, diverse scatole di munizioni a salve, un fucile mitragliatore da softair.

In carcere

L’uomo, già pregiudicato per reati contro il patrimonio e per reati inerenti agli stupefacenti, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Seguici sui nostri canali