Operazione della Polizia

Droga e soldi dall’attività di spaccio, quattro arresti

In manette due italiani per hashish e marijuana. Due africani beccati con cocaina, crack e molti soldi in contanti.

Cronaca Torino, 22 Febbraio 2021 ore 13:08

Droga, spaccio, arresti e sequestri di sostanze stupefacenti: si susseguono praticamente ogni giorno in città ad opera di Polizia e Carabinieri. Questa volta nella rete delle Forze dell’Ordine sono finiti due africani (senegalesi per la precisione) e due italiani.

Fermato all’uscita del lavoro

È stato fermato appena uscito da lavoro venerdì pomeriggio. Da un’attività di indagine degli agenti del Commissariato di Rivoli era emerso che questo italiano di 38 anni poteva essere uno spacciatore.

La perquisizione domiciliare

Infatti, nel corso della perquisizione domiciliare, i poliziotti hanno rinvenuto sette buste in plastica sottovuoto contenenti marijuana, otto involucri della stessa sostanza stupefacente e un involucro contenente hashish.

800 grammi di droga

Complessivamente sono stati sequestrati quasi 800 grammi di droga (leggera finché si vuole, ma comunque illegale). Nello specifico si tratta di 767 grammi di marijuana e 9 di hashish. L’uomo è stato trovato in possesso anche di 1.500 euro in banconote di diverso taglio che deteneva nelle tasche dei pantaloni. Il trentottenne è stato arrestato a Grugliasco per detenzione ai fini di spaccio.

In manette al parchetto

Nei guai anche un gruppo di giovani che stavano parlottando al parchetto vicino al Grattacielo Intesa Sanpaolo. Uno di essi, un ventenne italiano, veniva visto nitidamente posare su un tavolo un barattolino trasparente contenete alcuni pezzi di hashish. Un altro dei ragazzi presenti, 19 anni, consegnava agli operatori un involucro di pellicola trasparente contenente dei frammenti di hashish identici a quelli posseduti dal suo amico. Ritenendo che la persona che aveva fornito lo stupefacente all’altro fosse il primo ragazzo, gli operatori hanno effettuato una perquisizione nell’alloggio in cui vive con la mamma, poco distante. Nella sua camera la somma di 1.130 euro in contanti, quattro barattoli contenenti 30 grammi di “fumo”, due bilancini di precisione e un’agenda riportante delle indicazioni su clienti e spaccio. Il ventenne è stato posto agli arresti domiciliari.

2 foto Sfoglia la gallery

Colpo grosso in “Barriera”

Ma il “colpo” più grosso i poliziotti l’hanno messo a segno in Barriera di Milano. Sono infatti stati arrestati due senegalesi, sequestrati 3.356 euro in contanti, oltre 70 grammi di droga e diverso materiale per il confezionamento dello stupefacente. Uno dei due fermati ha anche deglutito ovuli con dentro la droga, noncurante del pericolo che corre: se si rompe il cellophane nello stomaco si rischia la lavanda gastrica e perfino la morte. Lo stesso è stato trovato in possesso di 745 euro in contanti. Nell’armadio c’erano due sacchetti contenenti 11 dosi di cocaina per un peso di 10 grammi, e l’altro 8 involucri termosaldati con all’interno 7 grammi di crack. Sempre nello stesso giubbotto sono stati trovati 1.670 euro in banconote di piccolo taglio, altri 430 euro sono stati rinvenuti all’interno di un comodino. Insomma, un bel po’ di soldi! Gli operatori venivano a conoscenza che i due giovani all’interno dello stesso comprensorio immobiliare sfruttavano un altro alloggio il cui contratto però era intestato ad una terza persona. La perquisizione dell’abitazione in questione ha permesso di rinvenire all’interno di due calzini altri 55 grammi di eroina e crack. Inoltre un bilancino di precisione, diverse lamette per tagliuzzare la coca prima di sniffarla e 511 euro in contanti. I due senegalesi, entrambi di 23 anni e con piccoli precedenti penali, sono stati arrestati.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli