Menu
Cerca
Esplode il malumore

“Disobbedienza civile Spritz”: la protesta della titolare del bar aperto in zona rossa

Sul posto sono intervenute sei pattuglie dei carabinieri e due della polizia municipale.

Cronaca Chivasso, 12 Aprile 2021 ore 13:01

La “disobbedienza civile” della titolare del bar la Torteria che, come riporta Prima Chivasso, sabato pomeriggio ha aperto nonostante la zona rossa: sul posto sono arrivati i Carabinieri e i Vigili.

Bar la Torteria aperto

Come avvenuto già la scorso sabato erano presenti una ventina di avventori per Disobbedienza civile Spritz.

Sul posto sono giunte sei pattuglie dei Carabinieri e due dei Vigili urbani di Chivasso. Alla vista delle forze dell’ordine la titolare del locale è uscita protestando contro le scelte del Governo e chiede alle forze dell’ordine di lasciare l’area.

Al suo fianco anche il fratello e molti clienti le stanno mostrando sostegno. Tra gli avventori c’è anche chi si rifiuta di fornire i propri documenti alle forze dell’ordine. Oltre un centinaio di persone di sono fermate per assistere a ciò che stava accadendo.

Già multata

Il bar è già stato sanzionato più volte proprio perchè non sono state rispettate le normative Covid imposte per contenere la diffusione del virus. Negli ultimi due giorni sono stati oltre 40 i clienti fermati e sanzionati. La titolare dell’esercizio commerciale è stata già più volte multata e per questo è stata richiesta la sospensione della licenza commerciale alla Prefettura.

“Disobbedienza civile Spritz”

Disobbedienza civile Spritz, così è stata definita l’azione di sabato scorso compiuta fuori da un bar di Chivasso all’ora dell’aperitivo.

Dell’azione è stato girato e diffuso un video. Un filmato di circa 10 minuti che ritrae numerose persone dentro e fuori da un locale di Chivasso. Come lo stesso autore del video afferma, le persone presenti sono tutte prive di mascherina e non mantengono alcuna distanza di sicurezza. Le immagini poi si concentrano sulle persone che in piedi oppure sedute ai tavoli del bar stanno sorseggiando un aperitivo. Poi, ancora l’autore del video ritrae sia le persone presenti all’interno che quelle all’esterno del locale.

Un’azione secondo i protagonisti di quella che viene definita “disobbedienza civile Spritz” che mira a voler portare alla normalità delle azioni che venivano compiute prima della diffusione del virus. Il video è stato diffuso sui social dove conta oltre 13 mila visualizzazioni e un centinaio di commenti.