Menu
Cerca
Tribunale di Torino

Daniel McVicar, attore di "Beautiful", assolto dalle accuse di maltrattamenti all'ex moglie

La sentenza del giudice Alberto Barbieri ha ribaltato i motivi per cui l'attore 62enne era stato accusato.

Daniel McVicar, attore di "Beautiful", assolto dalle accuse di maltrattamenti all'ex moglie
Cronaca Torino, 22 Dicembre 2020 ore 11:13

Il 62enne attore statunitense della serie tv di successo "Beautiful" è stato assolto dalle accuse di maltrattamenti all'ex moglie. Daniel McVicar, interprete del personaggio Clarke Garrison, non si sarebbe reso protagonista di nessun atto violento nei confronti della consorte Virginia De Agostini.

Daniel McVicar, attore di Beautiful, assolto dalle accuse di maltrattamenti all'ex moglie

Daniel McVicar, meglio noto come il Clarke Garrison di "Beautiful", aveva sposato nel 2011 a Pollenzo di Bra, Virginia De Agostini, conosciuta sul set della trasmissione televisiva "Notti sul Ghiaccio". L'ex moglie lo aveva denunciato per maltrattamenti e il processo era iniziato nel maggio del 2018. La sentenza emanata ieri, lunedì 21 dicembre 2020, ha assolto il 62enne attore statunitense dalle accuse di atti violenti nei confronti dell'ex moglie, condannandolo tuttavia esclusivamente per un episodio di violazione degli obblighi di assistenza familiare. Di fronte al Tribunale di Torino, Daniel McVicar è stato difeso dall'avvocatesse Anna Rizzo ed Elisa Civallero.

I due coniugi si erano separati nel 2014 e solo lo scorso settembre erano riusciti a trovare un accordo extraconiugale. Il procedimento era andato comunque avanti poiché si tratta di reati procedibili d’ufficio. La sentenza, pronunciata dal giudice monocratico Alberto Barbieri, ha stabilito che l'attore per un periodo non ha sostenuto economicamente il figlio e quindi lo ha condannato alla pena (di fatto simbolica, visto che l'attore è incensurato) di un mese di carcere. L'attore statunitense ha scelto di continuare a vivere a Torino anche dopo la separazione da Virginia De Agostini proprio per continuare a stare vicino a suo figlio, che ora ha otto anni.