Tre fermati

Dal Torinese al Mantovano per truffare coppia di anziani con la tecnica dell’oro nel frigorifero

Uno dei truffatori si era qualificato come appartenente alla Polizia Locale, l’altro come tecnico della rete idrica.

Dal Torinese al Mantovano per truffare coppia di anziani con la tecnica dell’oro nel frigorifero
Cronaca Torino, 08 Febbraio 2021 ore 15:03

Truffano una coppia di anziani della provincia di Mantova: come riporta prima Mantova, sono della provincia di Torino.

Truffa a una coppia di anziani

Nella tarda mattinata del 5 febbraio 2021 due uomini, sommariamente descritti, di cui uno si era qualificato come appartenente alla Polizia Locale e l’altro tecnico della rete idrica, approfittando dell’avanzata età di una coppia di anziani di Volta Mantovana, si sono introdotti nella loro casa, situata in campagna, con la scusa di verificare una perdita di gas.

Li hanno convinti a mettere tutto l’oro nel frigorifero

A questo punto, i malviventi, mediante raggiri, hanno convinto i due coniugi a mettere tutto l’oro e il denaro in loro possesso, consistente in 9.000 euro, nel frigorifero e, dopo averli distratti, si sono velocemente impossessati di tutto dandosi poi a repentina fuga a bordo di un’autovettura Volkswagen Golf di colore grigio, condotta da un complice.

L’intervento dei Carabinieri

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castiglione delle Stiviere e della Stazione di Volta Mantovana, allertati dai due coniugi, che hanno avviato una tempestiva attività d’indagine che ha coinvolto anche il personale della Squadra Mobile della Questura di Biella e della Polizia Stradale di Novara.

Nello specifico, dalle prime indagini svolte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castiglione delle Stiviere, è emerso che l’autovettura usata per compiere la truffa ed i due autori, erano già stati segnalati e, dai vari accertamenti effettuati nell’immediato, i malviventi sono stati rintracciati e fermati, dalla Squadra Mobile di Biella in collaborazione della Polizia Stradale di Novara, all’uscita del casello autostradale di Rondissone (TO).

Dal Torinese al Mantovano per compiere la truffa

I tre, identificati in D.C.O. 36enne, T.I. 45enne e D.A. 26enne, tutti originari e residenti nella provincia di Torino, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ivrea (TO). La refurtiva è stata recuperata e sarà restituita ai legittimi proprietari.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli