Ivrea

Coppietta a bordo di un motorino non convince per niente la polizia che si “autoinvita” a casa

Durante la perquisizione trovati un fucile e una piantina di marijuana alta 1.30 metri.

Coppietta a bordo di un motorino non convince per niente la polizia che si “autoinvita” a casa
Canavese, 07 Settembre 2020 ore 18:07

Sabato mattina, gli agenti del Commissariato di Ivrea e Banchette fermano per un controllo due persone su un motorino: una donna di 33 anni e un giovane di 26.

Coppia sospetta

Il ragazzo è decisamente poco collaborativo con gli agenti, tanto che questi ultimi prima accompagnano in ufficio la coppia e poi decidono di perquisire la casa avendo visto sul profilo Instagram dell’uomo diverse foto con un’arma.

La perquisizione

L’arma è stata poi effettivamente trovata dagli agenti a casa della coppia: un fucile sovrapposto calibro 20 magnum, parzialmente modificato. Le due canne, infatti, erano state accorciate per aumentarne la potenzialità di offesa e renderne più agevole il porto. Da accertamenti è poi emerso che il fucile era stato rubato 10 anni fa a Vinovo. Nell’abitazione, gli agenti trovano anche una piantina di marijuana alta 1.30 metri.

Tutti e due in arresto

Alla luce dei fatti, la coppia è stata arrestata per la detenzione del fucile e denunciata in stato di libertà per ricettazione e per la violazione delle norme sugli stupefacenti. Al ventiseienne è stato anche contestato il reato di resistenza. L’uomo, con precedenti di polizia a carico, è stato inoltre sanzionato per la violazione delle norme del Codice della Strada poiché viaggiava a bordo del motorino senza di assicurazione e con un’altra persona a bordo sebbene il veicolo non avesse omologazione per il trasporto di passeggeri.

Leggi anche: Capisce di aver sbagliato qualcosa, inverte la marcia e fa l’autostrada in contromano

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità