Escalation di violenza

Escalation di violenza sul bus: conducente Gtt minacciata e aggredita

Prima le minacce, poi tentano di aggredire la conducente Gtt con un coltello e una pietra. L'episodio di violenza sul bus Gtt a Torino.

Escalation di violenza sul bus: conducente Gtt minacciata e aggredita
Torino, 30 Maggio 2020 ore 20:42

Conducente Gtt aggredita e minacciata: escalation di violenza sul bus.

La vicenda

È successo intorno alle 10 del mattino, in corso Lecce a Torino. Un uomo, un cittadino italiano di 44 anni, si è posizionato di fronte al mezzo chiedendo alla conducente Gtt di temporeggiare qualche secondo prima di ripartire. L’uomo infatti vuole per permettere alla sua compagna, che deambula a fatica per un problema al piede, di raggiungerlo sull’autobus. Una volta salita la donna, cittadina italiana anche lei di 42 anni, l’autista di accorge che la signora è sprovvista di mascherina di protezione.

Le minacce

La 42enne inizia subito ad aggredire verbalmente la conducente che, a sua volta, sottolinea di essere costretta a farla scendere dal mezzo in quanto le norme sono chiare: mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici. La donna a quel punto va in escandescenza, arrivando a minacciarle la guidatrice di spaccare tutto e di picchiarla se avesse provato ad arrestare la corsa. L’uomo, rimasto in disparte fino a quel punto, prende subito le difese della compagna minacciando a sua volta la dipendente Gtt. Ad un certo punto, il 43enne sferra un calcio alla catenella che divide la zona dei passeggeri da quella del conducente. La donna, simulando il gesto dell’uomo, infrange la parete divisorio del posto di guida.

L’escalation di violenza

Uno dei passeggeri notato quello che stava succedendo, interviene riuscendo a far scendere dal mezzo la coppia. Scesi però i due tornano all’attacco. L’uomo estrae dal borsello un coltello a serramanico con cui inizia a colpire violentemente il vetro del guidatore. L’autista, intimorita dal comportamento della coppia, tenta di allontanarsi dal volante. La 42enne però preleva un grosso sasso da un giardino lì vicino e lo scaglia in direzione del passeggero intervenuto poco prima, infrangendo il vetro.

La denuncia

La pattuglia del commissariato Madonna di Campagna ha posto fine all’escalation di violenza. La coppia è stata fermata e perquisita. Oltre al coltello a serramanico, addosso all’uomo  è stata trovata anche una catena di metallo di circa un metro. I Poliziotti hanno scoperto che la 42enne era già stata protagonista di un episodio analogo nell’ottobre del 2019.
La coppia, con numerosi precedenti, è stata arrestata per minaccia a Pubblico Ufficiale, resistenza, danneggiamento e denunciato per interruzione di pubblico servizio. Il 43enne è stato denunciato anche per porto abusivo di arma.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità