Bufala

Codacons chiede retrocessione Juve per caso Suarez: la notizia della fake news era… una fake news

La boutade: "La F.IG.C. sanzioni duramente il club bianconero, in quanto ne va della regolarità del campionato italiano di Serie A".

Codacons chiede retrocessione Juve per caso Suarez: la notizia della fake news era… una fake news
Torino, 28 Settembre 2020 ore 11:28

Continua a fare discutere il caso di Luis Suarez e di quell’esame di lingua truccato per fargli prendere la cittadinanza italiana. Sulla questione l’ultimo tassello sabato mattina (26 settembre 2020) sembrava l’ha aggiunto il Codacons: la nota associazione dei consumatori ha chiesto – in caso di conferma del coinvolgimento diretto della Juventus – la retrocessione della squadra e l’ha fatto sapere a tutti i media con un comunicato stampa via email.

Che però secondo alcuni era un falso: sarebbe stata “hackerata” l’email da cui quotidianamente Codacons invia le sue note ai giornali. E invece no: davvero bizzarra questa vicenda, perché per la prima volta la notizia che la richiesta del Codacons fosse una fake news era in realtà… una fake news!

L’intervento del Codacons sul caso Suarez

“Il Corriere della Sera – questo il testo del comunicato del Codacons – sostiene che la dirigenza del club bianconero si mosse per far sostenere e superare in tempi record l’esame di italiano al calciatore uruguaiano all’Università per gli stranieri di Perugia.  Il rettore dell’ateneo sarebbe stato contattato prima da Federico Cherubini, neo-direttore sportivo della società, e poi da Fabio Paratici, direttore dell’area tecnica. Se verrà confermato il coinvolgimento diretto del club bianconero, finalizzato a truccare l’esame per la cittadinanza italiana del calciatore Luis Suarez, è necessario che la F.IG.C. sanzioni duramente il club bianconero, in quanto ne va della regolarità del campionato italiano di Serie A”.

Così ha tuonato il presidente del Codacons, Marco Donzelli.

L’appello del Codacons era un falso?

 

Le ultime prese di posizione sulla faccenda (del 23 settembre, come potete leggere qui sopra) erano già state molto dure, avendo lo stesso Donzelli parlato di:

“fatti gravissimi che dovrebbero avere un riscontro della Giustizia, non solo ordinaria, ma anche sportiva”.

Insomma, parole coerenti con un prosieguo ancor più duro.

E infatti sabato il Codacons ha rincarato la dose aggiungendo l’elemento della retrocessione.

Il Codacons ha subito retwitttato il tweet dell’AdnKronos, fra i primi a dare la notizia

La notizia della fake news era… una fake news

Il comunicato è arrivato alle redazioni dalla stessa email da cui quotidianamente provengono le note dell’associazione.

Non solo: il Codacons stamane ha confermato alla nostra redazione che il comunicato di sabato non era affatto fake.

In più da sabato nessuna smentita ufficiale da parte del Codacons, e anche tutti i grandi giornali (qui ad esempio il Corriere dello Sport) che avevano dato la notizia non si sono mai corretti.

La notizia della fake news si ritrova sul solo sito Bufale.net, che però non spiega come sia arrivato alla presunta azione di debunking e non cita alcuna fonte:

E a questo punto non resta che concludere che in questo caso si è rivelata una bufala lei stessa, la notizia secondo cui la richiesta del Codacons fosse una fake news.

 

TUTTE LE PUNTATE PRECEDENTI:

Anche la Federcalcio ha aperto un’indagine sull’esame d’italiano truccato di Suarez

Esame di italiano truccato per il campione uruguaiano Suarez: poteva venire alla Juve

IL PARADOSSO
Altro che Suarez… la campionessa italiana non ha la cittadinanza italiana

 

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità