Corso Principe Oddone

Arriva la Polizia e il titolare della gastronomia (con la droga in tasca) scappa con la scusa di fumare una sigaretta

Ma la scusa non ha funzionato.

Arriva la Polizia e il titolare della gastronomia (con la droga in tasca) scappa con la scusa di fumare una sigaretta
Cronaca Torino, 23 Febbraio 2021 ore 15:42

La scusa della sigaretta non funziona: arrestato dopo aver tentato di disfarsi di stupefacente in strada.

Scappa con la scusa di fumare una sigaretta

Venerdì sera, gli agenti della Squadra Volante si recano presso una gastronomia di corso Principe Oddone per la segnalazione di un furto di energia elettrica che successivamente non troverà, però, riscontro.

Dopo aver fatto ingresso nel locale, gli agenti notano in una sala attigua due persone che consumano alimenti e bevande e una terza persona che dichiara di essere il gestore. Durante la fase di identificazione, i due ospiti vengono trovati in possesso di una modica quantità di stupefacente. In questo frangente, all’improvviso il titolare accende una sigaretta e si reca all’esterno per fumare.

Si disfa della droga

Uno dei poliziotti lo richiama ma l’uomo, una volta all’esterno, prima accelera il passo e poi si dà alla fuga in via Brindisi inseguito dall’agente. L’esercente, prima di essere fermato, getta per terra due blocchi rettangolari, poi risultati contenere una quarantina di grammi di sostanza cannabinoide. Nel locale gli agenti troveranno poi un bilancino di precisione e una mazza da baseball.

Denuncia e arresto

Alla luce dei fatti il gestore dell’esercizio, un italiano di 28 anni, è stato arrestato per la detenzione della sostanza stupefacente e denunciato per il possesso della mazza da baseball. Una delle altre due persone presenti nel locale, una cittadina marocchina di 31 anni è stata invece denunciata in stato di libertà per non aver ottemperato a un ordine di espulsione.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli