LA TRAGEDIA

Alpinisti dispersi sul Monte Rosa, morte le due donne

Le squadre di soccorso, formate da tecnici del Soccorso Alpino Valdostano a cui si sono aggiunti i soccorritori di Alagna e del Sagf di Cervinia, hanno operato in condizioni estreme.

Alpinisti dispersi sul Monte Rosa, morte le due donne
Cronaca 04 Luglio 2021 ore 14:39

Si è concluso in tarda notte l'intervento del Soccorso Alpino Valdostano per la ricerca e il recupero di tre alpinisti italiani (due donne e un uomo) dispersi sul Monte Rosa dalla serata di ieri, sabato 3 luglio 2021.

Alpinisti dispersi sul Monte Rosa

Si è concluso in tarda notte l'intervento del Soccorso Alpino Valdostano per la ricerca e il recupero di tre alpinisti italiani (due donne e un uomo) dispersi sul Monte Rosa dalla serata di ieri, sabato 3 luglio 2021. Durante la notte i tre sono stati raggiunti sotto la Pyramide Vincent, a quota 4150 mt. e portati al rifugio Mantova.

Due donne morte

Le due donne sono decedute a causa dell'ipotermia severa. L'uomo, ipotermico e con congelamenti, è stato portato in ospedale in Svizzera.  Le vittime sono Martina Svilpo, di 29 anni, residente a Crevoladossola (Verbania) e Paola Viscardi, di 28 anni, residente a Trontano (Verbania).

Con loro c’era anche Valerio Zonna, di 27 anni, di Pettenasco (Novara), che è ricoverato in Svizzera e le sue condizioni non destano preoccupazione.

I soccorsi

Le squadre di soccorso, formate da tecnici del Soccorso Alpino Valdostano a cui si sono aggiunti i soccorritori di Alagna e del Sagf di Cervinia, hanno operato in condizioni estreme a causa della bufera e del vento forte, che ha impedito all'elicottero di Air Zermatt di avvicinarsi al luogo del recupero. Gli svizzeri sono poi riusciti, in tarda notte, a raggiungere il Mantova. Le due donne, nonostante le operazioni di rianimazione cardiopolmonare, sono decedute. Le condizioni dell'alpinista portato in ospedale non destano preoccupazione.
A supporto delle operazioni di soccorso i carabinieri di Gressoney e le società di impianti a fune Monterosa Sky e Monterosa 2000 che hanno aperto per consentire l'avvicinamento dei soccorritori fino a Indren.