Menu
Cerca
Marito violento

Aggredisce la moglie a colpi di padella e poi la nasconde nell’armadio

L'ha afferrata per il collo, le ha tirato addosso la frutta e uno stendi-panni, poi i colpi di padella e i calci nello stomaco

Aggredisce la moglie a colpi di padella e poi la nasconde nell’armadio
Cronaca Torino, 24 Febbraio 2021 ore 12:34

Aggredisce la moglie a colpi di padella, poi la nasconde nell’armadio. Ancora un brutto episodio di violenza domestica, ancora un marito violento che prevaricava la moglie terrorizzandola e che questa volta è stato arrestato.

“Fammi il caffè, è un ordine!”

E’ sera e una donna, dopo una giornata di lavoro, rientra alla propria abitazione. Sa già che non ci sarà un bel clima di accoglienza ad attenderla, perché il marito è un violento e l’ha già picchiata altre volte. Non passano neanche dieci secondi dal suo ingresso che arriva puntuale l’ordine del marito di preparargli subito il caffè. Poteva farselo benissimo da solo (ha le mani) ma il puntiglio di vedersi servire dalla moglie lo solleticava troppo. D’altronde era una pretesa quotidiana quella dell’uomo, un nordafricano, quasi per dimostrare di essere lui il “padrone” in casa. Al rifiuto della compagna, l’uomo le si scaraventa addosso, tentando di strangolarla. La vittima, dimenandosi, riesce però a liberarsi dalla presa e a fuggire verso la camera da letto. L’uomo le tira dietro della frutta. La donna urla e si dispera, a gran voce comunica al marito che avrebbe chiamato la Polizia.

Una padella usata come arma

Al suono di queste parole, il marito afferra una padella e, mentre la vittima tenta di raggiungere il soggiorno in cerca del proprio cellulare per chiamare aiuto, la colpisce con violenza alla schiena. Non ancora soddisfatto le scaraventa addosso lo stendino della biancheria. La donna, esausta, cade a terra e lo straniero torna nuovamente ad infierire su di lei senza pietà, colpendola con calci nello stomaco. Terminata l’aggressione, si sposta in un’altra stanza, si sistema sul divano ed inizia tranquillamente a guardare la tivù come se niente fosse… La donna, dolorante e in lacrime, afferra il cellulare e allerta il 112 (Numero Unico di Emergenza).

Poi la nasconde nell’armadio

Giunti sul posto, i poliziotti trovano la vittima ancora sotto shock ad attenderli sull’uscio di casa. Dopo i primi accertamenti, gli agenti accompagnano la coppia presso gli uffici della Questura. Il reo riferisce di essere impossibilitato a portare con sé i propri documenti in quanto chiusi in un armadio che non poteva essere aperto. Insospettiti da quest’ultima affermazione, i poliziotti controllano l’interno del mobile, trovando la padella utilizzata durante l’aggressione. In pratica ha picchiato la moglie con la padella e poi ha rinchiuso l'”arma” nell’armadio per nasconderla. Lo straniero, che già in passato si era reso protagonista di episodi analoghi, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli