Accordo con la Diocesi

A pochi giorni dall’inizio della scuola 5 istituti non adeguati alle norme anti Covid: si va in parrocchia

Messi a disposizione dagli enti religiosi alcuni spazi per consentire lo svolgimento della didattica rispettando le norme di sicurezza.

A pochi giorni dall’inizio della scuola 5 istituti non adeguati alle norme anti Covid: si va in parrocchia
Torino, 04 Settembre 2020 ore 13:08

Firmato nella giornata di ieri, 3 settembre 2020 Palazzo Civico, un accordo tra l’Arcidiocesi di Torino, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e la Città di Torino per la concessione di aule per gli alunni, in caso di necessità.

Spazi non sufficienti per le scuole torinesi: ci pensa la Diocesi

La riapertura delle scuole è alle porte, ma è necessario che gli spazi siano adeguati alle norme anti Covid. Al momento nel Torinese sono cinque le scuole – tre elementari e due Cpia – che hanno chiesto di avere spazi esterni per fare lezione in sicurezza. Parrocchie ed enti religiosi si sono dunque messi a disposizione offrendo alcuni spazi per consentire lo svolgimento della didattica rispettando le norme di sicurezza.

Il commento della sindaca Chiara Appendino

Ha espresso soddisfazione per l’accordo raggiunto la sindaca Chiara Appendino, che pone l’accento non sulle difficoltà dei 5 istituti, bensì sul fatto che tutti gli altri siano stati messi a norma:

“Essere arrivati a 5 istituti soltanto che richiedono spazi esterni è frutto di questi mesi di lavoro. Poter tornare nella propria scuola è diverso dall’usare spazi alternativi e questo è stato possibile perché siamo riusciti a fare velocemente degli interventi all’interno delle scuole. L’apertura della scuola il riappropriarsi degli spazi della comunità scolastica, è stata, è e sarà una priorità ed è una sfida che vede tutti gli attori coinvolti”.

Il contratto

Il contratto prevede la concessione in comodato d’uso di spazi di parrocchie ed enti religiosi, per poter garantire le lezioni in presenza. L’arcivescovo Cesare Nosiglia ha spiegato di aver dato alle autorità scolastiche regionali la disponibilità perchè come Chiesa è molto sentito il dovere di andare incontro agli studenti e alle loro famiglie.

Si getta nel fiume una settimana dopo la morte della moglie

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità