Menu
Cerca
Usb-Vvf in Val di Susa

Vigili del fuoco alleati dei No Tav: fa discutere il comunicato sindacale

Il comunicato ufficiale prende decisamente le distanze da Questura e Digos, anzi fiancheggia apertamente la battaglia contro l'Alta Velocità.

Vigili del fuoco alleati dei No Tav: fa discutere il comunicato sindacale
Attualità Torino, 21 Aprile 2021 ore 13:20

La battaglia dei No Tav si arricchisce di inaspettati alleati: i Vigili del Fuoco. Sebbene si tratti “solo” dei sindacati, fa scalpore una nota ufficiale diffusa attraverso i canali istituzionali da parte del sindacato di base dei pompieri, detto Usb, che prende decisamente posizione a favore dei manifestanti No Tav. Soprattutto, ci tengono i rappresentanti dei pompieri, si precisa chiaramente che mai e poi mai i Vigili del Fuoco accetteranno di sottostare agli ordini della Questura su disordini di piazza.

“Noi non siamo forze dell’ordine”

Ecco qui di seguito parte dell’esplicito comunicato diramato in queste ore:

“A seguito di notizie e filmati che circolano sul web, che indicano i vigili del fuoco al servizio della Digos per lo sgombero dei manifestanti No Tav in Val Susa, intendiamo fare chiarezza su alcuni punti della vicenda. I vigili del fuoco non sono stati inviati dalla Digos a sgomberare i manifestanti. L’intervento dei colleghi all’autoporto di San Didero era stato richiesto dai manifestanti stessi, al fine di tutelare la loro incolumità e per poter essere liberati dalle catene (…). Erano presenti personale della Croce Rossa, l’avvocato che tutela i manifestanti e alcuni compagni (…) che hanno assistito a tutta l’operazione peraltro non semplice per liberare i manifestanti. Ogni altra ricostruzione, soprattutto quella che vuol far passare i vigili del fuoco al servizio delle forze dell’ordine, è pura fantasia (…)”.

Fiancheggiamento della protesta

Fin qui la ricostruzione dei fatti, che ci starebbe anche visto notizie divergenti circolate in merito: una precisazione non fa mai male. Ma poi si arriva al passo successivo, ovvero il fiancheggiamento. Così proseguono i pompieri:

“La Usb Vvf inoltre ci tiene a sottolineare la totale solidarietà verso i compagni e le compagne che lottano per difendere la loro terra dallo stupro della Tav e dai vari lavori connessi. (Questi sono) assolutamente inutili e dannosi per il territorio e la salute di chi abita nel territorio devastato da tale opera (…). Inoltre si intende rimarcare che i vigili del fuoco espletano soccorso a tutti indistintamente e NON sono la manovalanza della Digos o della Questura di turno”.

Farà discutere quindi questa precisa presa di posizione dei Vigili del Fuoco che prendono le distanze dalla Questura ed anzi appoggiano senza mezzi termini la protesta dei No Tav.