Attualità
TORINO

Un crowdfunding per raccontare la Resistenza in un podcast partigiano “La Guerra di Gino”

A far da contrappunto al racconto, un personaggio di invenzione: Nero, ventenne fascista che narra dal punto di vista del regime gli eventi tragici che, in quegli anni, hanno segnato la città di Torino.

Un crowdfunding per raccontare la Resistenza in un podcast partigiano “La Guerra di Gino”
Attualità Torino, 19 Aprile 2022 ore 12:31

In un periodo storico come quello in cui stiamo vivendo, con l’Europa ancora protagonista di una sanguinosa guerra, l’anniversario della Liberazione è ancora più importante. Per questo, alla vigilia del 25 aprile, diventa quanto mai necessario dar voce ai progetti che parlano della Resistenza, un’epoca che sembra ormai lontana ma che ha ancora molto da raccontare (e da insegnare).

L'iniziativa

Tra questi, “La Guerra di Gino - un podcast partigiano”, è uno dei più originali. L’iniziativa, promossa da Mille Papaveri Rossi APS e attualmente oggetto di una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso - prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation - consiste in un racconto in dodici puntate che inizia il 25 luglio del 1943 e termina il 25 aprile del 1945. Protagonisti, il partigiano torinese Gino Belluzzo e sua moglie Irlanda Fabbris, voci - ormai flebili a causa dell’età avanzata ma pur sempre latrici di un messaggio forte e importante - che narrano uno scorcio della Resistenza, per ricordare le lotte e i sacrifici che sono stati necessari per chiudere definitivamente il ventennio fascista in Italia.

Personaggio di invenzione

A far da contrappunto al racconto, un personaggio di invenzione: Nero, ventenne fascista che narra dal punto di vista del regime gli eventi tragici che, in quegli anni, hanno segnato la città di Torino.

L’ultima puntata del podcast, ambientata nel periodo post bellico, racconta la vita di Gino una volta deposte le armi, accompagnata dalla speranza di una nuova epoca, in cui sia possibile vivere in pace e trovare la serenità anche tramite il proprio lavoro.

La necessità di nuovi fondi

Per realizzare “La Guerra di Gino”, Mille Papaveri Rossi APS ha bisogno di 9.000 euro per poter completare il podcast e coprire le spese di registrazione dell’intervista con Gino e Irlanda, dello sbobinamento del testo, ma anche della ricerca dei materiali storici originali e della composizione delle musiche che arricchiscono il racconto, oltre che del montaggio finale delle puntate.

L’idea alla base dell’iniziativa è che, come la Resistenza e la Liberazione sono un ricordo e un patrimonio culturale di tutti gli italiani, anche “La Guerra di Gino” possa esserlo: contribuendo alla campagna - la cui scadenza, non a caso, è stata fissata proprio il 25 aprile - si diventerà protagonisti di un progetto che permette davvero di interpretare la storia come magistra vitae, riportando sotto i riflettori - in modo inedito e originale - la narrazione di un’epoca che appartiene sì al nostro passato comune ma che costituisce anche le fondamenta del nostro futuro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter