Attualità
TORINO

Romano Prodi all'ombra della Mole Antonelliana: "Gli stranieri non investono qui perché manca una politica industriale"

Marsiaj: "Da noi non mancano le industrie. Servono però nuove politiche".

Romano Prodi all'ombra della Mole Antonelliana: "Gli stranieri non investono qui perché manca una politica industriale"
Attualità Torino, 19 Marzo 2022 ore 18:52

Nella giornata di ieri, 18 marzo 2022, l'ex presidente del Consiglio Romano Prodi, ha tenuto una lezione sullo stato di salute dell’Europa alla Fondazione Burzio a Torino.

L'amarezza per Torino e il Piemonte

L'ex primo ministro italiano, è stato affiancato dell’ex ministra del governo Monti, Elsa Fornero e del presidente dell’Unione industriali Giorgio Marsiaj, e ha rimarcato la sua amarezza per il mancato rilancio economico di Torino.

"Perché non l’hanno costruita in Italia la Tesla? Potevano farla ad Ivrea. È mancata la politica industriale. L’unica volta - fa sempre Romano Prodi dalle colonne del Corriere.it -  che in questi mesi ho contattato il premier Mario Draghi è stato proprio per parlare di questi temi. Gli ho consigliato di nominare una persona di fiducia, un rappresentante dell’Italia incaricato di dialogare con l’oligopolio delle grandi aziende tecnologiche straniere per convincerle a investire nel nostro Paese. Ma purtroppo Draghi non ha voluto farlo. Una volta c’era qualcuno di Torino, dove si prendevano le decisioni. Oggi non c’è nessuno".

I ricordi del passato

Prodi, durante l'incontro, ha ricordato un episodio della sua carriera politica e accademica e su quali possano essere le strategie di sviluppo per Torino e il Piemonte in futuro.

"Quando mi occupavo delle analisi economiche — dice Prodi dalle colonne del Corriere della Sera —, mi rivolsi alla Bayer. La multinazionale tedesca mi raccontò che l’Italia è la nazione dove guadagna di più in Europa. Ma che qui non costruiva nuove fabbriche perché c’erano sempre dei problemi con la politica o con la burocrazia. Nel nostro Paese, le grandi aziende comprano le imprese e non fanno investimenti. Mentre noi abbiamo bisogno di una “riverginizzazione”, di una grande colpo che metta in circolo qualcosa di nuovo".

Il tavolo tra Comune, Regione e Stellantis

Proprio nella giornata di mercoledì 16 marzo 2022, è stato convocato per il 28 marzo l'incontro tra il Comune di Torino, la Regione Piemonte e l'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares che permetterà di capire meglio quale sarà davvero il futuro economico del capoluogo piemontese.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter