torino

Pecco Bagnaia e Domizia Castagnini presto sposi: "Non vogliamo regali, ma donazioni a UGI e al Regina Margherita"

"Siamo felici e orgogliosi che il giorno più bello della nostra vita possa diventare un grande regalo"

Pecco Bagnaia e Domizia Castagnini presto sposi: "Non vogliamo regali, ma donazioni a UGI e al Regina Margherita"
Pubblicato:
Aggiornato:

Dopo il Gran Premio di ieri, 7 luglio 2024,  Pecco Bagnaia è tornato in testa al Mondiale MotoGp, ma non ha mai smesso di essere primo nella classifica di generosità.

Campione di generosità

Infatti il campione di motociclismo e la sua futura moglie Domizia Castagnini hanno deciso di devolvere in beneficenza il ricavato dei regali del loro matrimonio che si terrà il prossimo 20 luglio 2024 nel Duomo di Pesaro. Le donazioni verranno devolute a UGI - Unione Genitori Italiani Odv, con la quale Pecco ha concordato una causale con la quale versare il tutto. A sua volta UGI destinerà il ricavato per l'allestimento di una palestra per la riabilitazione dei piccoli pazienti dell'ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

Entusiasti i futuri sposi:

"Siamo felicissimi e orgogliosi che quello che sarà il giorno più bello della nostra vita possa diventare un grande regalo per UGI e per i pazienti dell'ospedale Regina Margherita. Un sostegno e un aiuto nel percorso di guarigione".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Bagnaia (@pecco63)

I ringraziamenti del Presidente Ugi e del Direttore del Regina Margherita

Dichiara il Presidente UGI, professor Enrico Pira:

"Ringraziamo Pecco e Domizia per il grande gesto di generosità. Questa è vera beneficenza fatta con il cuore"

Conferma la professoressa Franca Fagioli, Direttore del Dipartimento Patologia e Cura del Bambino ospedale Infantile Regina Margherita:

"Ancora una volta Pecco Bagnaia dimostra la sua grande generosità e altruismo. Ha sempre avuto un occhio di riguardo per UGI e per i nostri bambini del Regina Margherita. In un giorno per loro indimenticabile non si dimenticano di pensare a chi sta lottando per la guarigione, una guarigione globale fisica psichica e sociale, potendo beneficiare di una indispensabile palestra di riabilitazione"

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali