Attualità
La cerimonia

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo è la “Torinese dell’anno” 2021

Durante la cerimonia saranno premiati anche 163 “Fedeli al Lavoro” e 255 Diplomati eccellenti tecnici e professionali.

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo è la “Torinese dell’anno” 2021
Attualità Torino, 06 Maggio 2022 ore 09:59

Appuntamento domenica 8 maggio alle ore 10 al Centro Congressi Lingotto, per la grande festa organizzata dalla Camera di commercio di Torino in onore dei 163 lavoratori e imprenditori di Torino e provincia insigniti del Premio “Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico” e dei 255 Diplomati eccellenti premiati tra i diplomati con i punteggi di 100 o 100 e lode tra gli studenti degli istituti superiori tecnici e professionali di Torino e provincia, nell’anno scolastico 2020/2021.

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo è la “Torinese dell’anno” 2021

Protagonista della mattinata, insieme ai premiati, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, che riceverà dal Presidente della Camera di commercio di Torino Dario Gallina il Premio “Torinese dell’Anno”, giunto alla 45a edizione.

Come sottolinea il Presidente dell’ente camerale: “Ogni anno con questo premio individuiamo persone che, con il loro esempio, sono di ispirazione per la nostra comunità e il nostro territorio. Il Premio va, oggi, ad una torinese che con la sua attività ci aiuta ad allenare lo sguardo verso le sfide del nostro tempo e con la sua capacità ed intraprendenza ha saputo portare Torino ai più alti livelli dell’arte contemporanea internazionale. La nostra città può contare su di lei come ambasciatrice nel mondo”.

Questa la motivazione del riconoscimento dedicato a chi, torinese di nascita o di adozione, ha offerto un contributo speciale nel proprio settore di attività, economia, arte, scienza o sociale: “Per la passione e la coerenza che in oltre 25 anni di attività hanno portato Patrizia Sandretto Re Rebaudengo a raggiungere la più alta reputazione nell’ambito dell’arte contemporanea, posizionando saldamente Torino nel circuito artistico internazionale, e per la sua vocazione non solo verso il collezionismo, ma anche verso la produzione e la committenza nei confronti degli artisti più giovani. Con un approccio comunicativo originale e innovativo, in grado di avvicinare all’arte anche il pubblico più lontano, si è distinta, inoltre, per l’impegno nel campo dell'educazione e della formazione”.

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo ha così commentato il riconoscimento attribuitole: “La nomina a Torinese dell’Anno mi rende felice e orgogliosa. Amo la mia città, conosco il suo valore e la sua storia e ho fiducia nella sua capacità di immaginare e creare futuro. Dalla nascita della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nel 1995, dedico il mio impegno quotidiano alla sua vita culturale, convinta che l’arte contemporanea rappresenti un formidabile strumento di conoscenza, di confronto e di interpretazione del nostro mondo, sempre più complesso e plurale”.

Il “Premio della Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico”

Giunto alla 69° edizione, è dedicato a chi ha svolto almeno 35 anni di servizio presso una stessa azienda, 35 anni di attività imprenditoriale in proprio o 50 come erede del fondatore. Domenica sarà consegnato a:

  • 9 imprenditori eredi del fondatore
  • 57 imprenditori
  • 3 lavoratori dipendenti divenuti poi imprenditori
  • 17 lavoratori dipendenti oggi in pensione
  • 77 lavoratori dipendenti ancora in servizio

per un totale di 163 premi.

“Premiamo la passione e l’orgoglio di chi con perseveranza ha fatto della propria professione un valore e un’identità personale – spiega Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino. – Le storie di vita di questi premiati costituiscono per noi un insegnamento prezioso da valorizzare e da trasmettere alle nuove generazioni”.

Al primo posto nella categoria “Imprenditori eredi”, con 68 anni e 5 mesi, c’è Ezio Galliano, titolare dell’azienda BRIGNOTTO SNC DI GALLIANO EZIO & C. ed erede della ditta BRIGNOTTO ANGELA (sua suocera). Al secondo posto Nadia Oria, socia dell’impresa artigiana operante nel campo della lavorazione di parti meccaniche, fondata nel 1953 dal nonno Alberto Oria. Verrà inoltre premiato anche il padre di Nadia e figlio di Alberto, 5° nella categoria Imprenditori con 49 anni e 12 giorni di attività. Al terzo posto Gabriella Casassa Carlet dell’Hotel Raggio di Sole di Ala di Stura.

Nella categoria “Imprenditori” il primo classificato con 64 anni, 2 mesi e 13 giorni di lavoro è Ladislao Pompei, titolare dell’omonima impresa (apprendista e dipendente dal 1957 all’inizio del 1964 ha poi fondato una snc e nel 1985 la ditta individuale che ancora oggi è in attività), che ha sempre operato nel campo dei carrelli elevatori. Al secondo posto Giovanni Umberto Campigotto dell’azienda FRATELLI CAMPIGOTTO DI CAMPIGOTTO GIOVANNI UMBERTO & CREPALDI MARIA & C. S.A.S.. Al terzo posto c’è Roberto Casoni, titolare dell’omonima azienda, parrucchiere di Torino.

Sono 3 i premiati come “Lavoratori dipendenti poi imprenditori”. Primo il signor Antonio Deboli, titolare dell’impresa DEBOLI REMIGIO DI DEBOLI ANTONIO con 44 anni, 2 mesi e 16 giorni di attività: ha iniziato come coadiuvante artigiano nell’impresa del padre e poi dal 1999 ha fondato la sua ditta individuale che conserva il nome del padre. A seguire Aldo Allamanno dell’azienda di riparazioni ATRA e Antonio Berruti, con la sua impresa di autoriparazioni.

Nella categoria “Lavoratori dipendenti in pensione”, prima classificata con 45 anni, 5 mesi e 7 giorni di servizio presso l’azienda MAGLIFICIO PO S.R.L., Diana Capitaneo. Secondo classificato Mauro Bocco con 43 anni, 2 mesi e 12 giorni di servizio presso l’azienda HANON SYSTEMS ITALIA CAMPIGLIONE S.R.L. Al terzo posto, con 43 anni, 1 mese e 8 giorni nella stessa azienda si posiziona Claudio Rasetto.

Infine nella categoria “Lavoratori dipendenti in servizio”, il primo in classifica è Michele Farabini con 42 anni, 6 mesi e 18 giorni di servizio in CODEBO' S.P.A.. Al secondo posto Carlo Scarambone con 41 anni, 10 mesi e 3 giorni di servizio alla BANCA DEL PIEMONTE S.P.A. Terzo classificato Silvio Scotta con 41 anni, 4 mesi e 9 giorni di servizio presso l’azienda HANON SYSTEMS ITALIA CAMPIGLIONE S.R.L.

L’elenco completo dei premiati è sul sito della Camera di commercio di Torino.

Premiati “Diplomati eccellenti tecnici e professionali” 2020/2021

Domenica durante la cerimonia sarà consegnato anche un riconoscimento ai “Diplomati eccellenti tecnici e professionali”, un premio che la Giunta della Camera di commercio di Torino ha istituito appositamente per gli studenti degli istituti superiori tecnici e professionali di Torino e provincia, che si diplomano con i punteggi di 100 o 100 e lode. Un modo per valorizzare l’istruzione tecnica e la cultura dell’imprenditorialità fin nelle scuole superiori.

Secondo Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio: “Questi ragazzi meritano il nostro plauso per l’impegno e la capacità dimostrati: stiamo vivendo un periodo di grandi cambiamenti, cambiamenti epocali, e mentre tutto cambia è importante mantenere la capacità di sognare e di immaginare il futuro. Non possiamo che augurare a tutti, sia a chi prosegue con l’università sia a chi è già entrato nel mondo del lavoro, di sapere cogliere quanto di nuovo e utile le nuove situazioni ci offrono, contribuendo a creare valore e crescita per tutto il sistema economico e sociale”.

Per l’anno scolastico 2020/2021 ci sono 255 studentesse e studenti premiati, tra cui 39 con lode, che provengono da istituti tecnici e professionali statali di Torino (16) e provincia (Lanzo, Carmagnola, Pinerolo, Oulx, Ivrea, Moncalieri e molti altri) che hanno aderito all’iniziativa della Camera di commercio di Torino.

L’elenco completo dei premiati è sul sito della Camera di commercio di Torino.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter