TORINO

Il parcheggio in via Enrico Martini Mauri cambia volto: verranno piantumati nuovi alberi

L’asfalto sarà sostituito da una pavimentazione fresca e drenante con l’inserimento di barriere alberate e di un boschetto, con una raccolta delle acque meteoriche realizzate in modo naturale

Il parcheggio in via Enrico Martini Mauri cambia volto: verranno piantumati nuovi alberi
Pubblicato:

Al via lunedì prossimo 3 giugno il cantiere per la riqualificazione del parcheggio in via Enrico Martini Mauri, su cui si affacciano numerose abitazioni, nell’area dell’ex Materferro. Fino al termine dei lavori, indicativamente previsto per il 30 settembre, il parcheggio non sarà quindi utilizzabile, mentre la via Martini Mauri rimarrà percorribile a senso unico, come già avviene.

Nuovi alberi

I lavori sul piazzale, che ha una superficie di 5mila e 700 metri quadrati quasi interamente ricoperta di asfalto, prevedono la rimozione della pavimentazione esistente, molto ammalorata, il ripristino della permeabilità del suolo, la messa a dimora di una ottantina di nuovi alberi, oltre al rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica.

L’asfalto sarà sostituito da una pavimentazione fresca e drenante con l’inserimento di barriere alberate e di un boschetto, con una raccolta delle acque meteoriche realizzate in modo naturale.  Il numero dei posti auto rimarrà invariato, ma si provvederà a una loro razionalizzazione.

E’ inoltre prevista l’installazione di 10 nuovi apparecchi di illuminazione con tecnologia a Led sistemati su pali alti circa 9 metri che consentiranno una riduzione del consumo e un conseguente risparmio energetico, accompagnato da efficienza luminosa, lunga durata e buona resa cromatica.

L’intervento che, una volta ultimato, consentirà una migliore fruibilità dello spazio pubblico e della vivibilità urbana dell’area, rientra nel “Programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano”, finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, col fine di aumentare la resilienza degli insediamenti urbani soggetti ai rischi generati dai cambiamenti climatici, con particolare riferimento alle ondate di calore e ai fenomeni di precipitazioni estreme.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali