Ordinanza di Appendino

Finale Euro 2020: Torino dice no ai maxischermi. Le restrizioni in vigore

Ordinanza firmata dalla sindaca Appendino, deviazioni di Gtt.

Finale Euro 2020: Torino dice no ai maxischermi. Le restrizioni in vigore
Attualità Torino, 11 Luglio 2021 ore 09:49

La sindaca Chiara Appendino ha annunciato che non ci saranno proiezioni pubbliche nelle piazze in occasione della finale degli Europei che l'Italia si giocherà stasera, al Wembley Stadium, contro l'Inghilterra.

"Data l'attuale situazione pandemica non riteniamo opportuno creare luoghi di aggregazione come un maxi schermo in piazza", ha chiarito la pentastellata.

Il tema delle partite in piazza è delicato per la città, brucia ancora - infatti - il ricordo della tragedia di piazza San Carlo nel 2017 per la finale di Champions League della Juventus dove si contarono 3 morti e oltre 1600 feriti.

Niente maxischermo per Euro 2020

Anche il maxischermo dei Giardini Ginzburg, che nelle scorse partite aveva fatto da punto di ritrovo per i tifosi torinesi, è stato cancellato. Un albero, a causa del maltempo, ha distrutto il palco. Alcuni privati hanno organizzato proiezioni, come il centro commerciale Coop di via Botticelli e l'ippodromo di Vinovo che sarà aperto a tutti a partire dalle 20.

Restrizioni in vigore

E' stato preparato un piano per gestire in sicurezza la serata. La sindaca Appendino ha infatti firmato un’ordinanza con regole e restrizioni per questo particolare weekend. Stasera, dalle 21 alle 7 di lunedì, è vietata la detenzione per il consumo in luogo pubblico di bevande in contenitori di vetro o metallo. Inoltre in tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande - dalle 24 sino alle 3 del mattino - la somministrazione di bevande alcoliche o superalcoliche è ammessa unicamente all’interno del locale con servizio al tavolo.

Gtt: deviazioni

Gtt ha deciso di stravolgere, con limitazioni e deviazioni di percorso, il trasporto pubblico locale nella zona del centro di Torino, dal termine della partita e fino a fine servizio. Come comunicato dall'azienda la decisione è finalizzata a "prevenire comportamenti pericolosi per la sicurezza del trasporto pubblico e per l’incolumità stessa dei tifosi", come si legge in una nota diffusa dal Gruppo Trasporti Torinese. Saranno deviate tutte le linee, tram e bus, che circolano nell'area di piazza Vittorio Veneto e piazza Castello.