Lutto bianconero

E' morto Boniperti, si spegne un'altra stella della galassia Juve

Fu grande calciatore (cinque scudetti) e dirigente fedele alla linea di Casa Agnelli. Celebre la sua abitudine di lasciare lo stadio a fine primo tempo.

E' morto Boniperti, si spegne un'altra stella della galassia Juve
Attualità Torino, 18 Giugno 2021 ore 09:47

Un altro tassello del mondo juventino se ne va: è morto Giampiero Boniperti, figura-simbolo della galassia bianconera. Ex-calciatore, presidente onorario, uomo di fiducia del mitico Giovanni Agnelli nonché simbolo dello stile Juve quando ancora l'aplomb e l'ironia erano roba per pochi. Nato a Barengo (Novara), aveva 92 anni e si è spento nella notte per colpa di una fatale insufficienza cardiaca.

Esequie in forma privata

Il funerale si svolgerà in forma strettamente privata (astenersi tifosi e giornalisti) nei prossimi giorni. Non si sa ancora dove né quando di preciso, forse anche in modo da rispettare le volontà della famiglia che chiede rispetto per la privacy e per il proprio dolore. Da calciatore Boniperti non era certo una mezza tacca, anzi: fu pilastro portante del fantastico trio d'attacco con Omar Sivori e John Charles. Ha vinto cinque Campionati e due Coppa Italia con la casacca zebrata, poi ha continuato come dirigente sempre in bianconero.

6 foto Sfoglia la gallery

Diventato simbolo della juventinità al pari del grande Avvocato, ha ingaggiato spesso schermaglie verbali (sfottò) con i rivali e avversari (soprattutto con l'interista Peppino Prisco). Andava sempre allo stadio a vedere le partite ma se ne andava alla fine del primo tempo, preferendo seguire la ripresa alla radio, in macchina, mentre tornava a casa. Celeberrima la sua frase, che racchiude in sé un po' tutta la filosofia di Casa Juve, assolutamente contro lo spirito decoubertiano: "Vincere non è importante, è l'unica cosa che conta".

Il "quadrumvirato" juventino: Gianni Agnelli, Vittorio Chiusano, Giampiero Boniperti e Umberto Agnelli

Il ricordo della società

Morto Boniperti, ecco il ricordo ufficiale del club calcistico torinese affidato alla pagina Facebook ufficiale della società:

"Oggi salutiamo per sempre Giampiero Boniperti, che si è spento a Torino, all’età di 92 anni: ne avrebbe compiuti 93 fra pochi giorni, il prossimo 4 luglio. La commozione che in questo momento tutti noi stiamo provando non ci impedisce di pensare con forza a lui, a tutto ciò che il Presidentissimo è stato e sarà per sempre nella vita della Juventus. Una figura indelebile, che da oggi si consegna al ricordo, perché sui libri di storia del calcio ci è finita già da tempo. Perché quando esprimi un pensiero e quel pensiero diventa parte del Dna della società a cui hai dedicato la vita, vuol dire che il tuo carattere ne è diventato identità e modo di essere per sempre. (...) Lassù, ora, c’è un’altra stella nel firmamento bianconero che brilla a mostrarci la rotta: quella di Giampiero Boniperti, che ha speso una vita con la Juventus, per la Juventus, e che ha saputo sempre indicarle la via. Grazie di tutto. Buon viaggio, Presidentissimo".