TORINO

Condizioni di vita precarie, manifestazione dei migranti davanti alla Prefettura

Usb Piemonte: "Il Prefetto ha promesso che ci sarà un cambiamento"

Condizioni di vita precarie, manifestazione dei migranti davanti alla Prefettura
Pubblicato:
Aggiornato:

Nella giornata di ieri, martedì 28 maggio 2024, una delegazione di migranti insieme al Usb del Piemonte, hanno manifestato con striscioni e bandiere davanti alla Prefettura di Torino, per denunciare le precarie condizioni di vita e lavoro.

USB, Federazione del Piemonte:

"Martedì 28 siamo stati in presidio davanti la Prefettura di Torino, con una delegazione di migranti, per denunciarne le precarie condizioni di vita e lavoro. Siamo stati ricevuti dal Viceprefetto di Torino, al quale la delegazione ha esposto le proprie questioni legate alle condizioni di vita all’interno dei centri di accoglienza, ma anche la situazione pregressa sulla sanatoria 2020, la conversione del permesso motivo speciale al lavoro subordinato e tutti i problemi legato al rinnovo e ai ritardi sugli appuntamenti negli Uffici della Questura. Il Prefetto ha promesso che ci sarà un cambiamento e che parlerà con il responsabile per cercare di capire quali sono i veri motivi delle lamentele. Noi torneremo ancora sotto la Prefettura al fianco dei ragazzi, uniti nella lotta. Il 1° giugno saremo a Roma alla Manifestazione Nazionale contro il Governo Meloni, contro la guerra e l’economia di guerra. Successivamente, l’8 Giugno saremo in assemblea generale del lavoro migrante a Torino. Proseguiamo la lotta al fianco dei migranti per garantire loro diritti e dignità".

csm_04_cdbb9149db
Foto 1 di 3
csm_01_265ca57e7a
Foto 2 di 3
csm_02_f01dc55316
Foto 3 di 3

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali