Attualità
TORINO

Città Metropolitana, pianificazione e la gestione della rete provinciale dei percorsi escursionistici

Le modalità di divulgazione di informazioni all’utenza escursionistica saranno definite dal tavolo tecnico.

Città Metropolitana, pianificazione e la gestione della rete provinciale dei percorsi escursionistici
Attualità Torino, 26 Ottobre 2022 ore 14:41

Diventa sistematica e continuativa la collaborazione tra la Città Metropolitana di Torino e il CAI-Gruppo Regionale Piemonte per la pianificazione e la gestione della rete provinciale dei percorsi escursionistici.

Protocollo d'intesa

Un protocollo d’intesa tra l’Ente di area vasta e l’articolazione piemontese del Club Alpino Italiano fissa i rispettivi impegni per portare avanti la proficua cooperazione scaturita dal lavoro congiunto per l’attuazione della normativa regionale in materia di percorsi escursionistici. La collaborazione avviata negli ultimi anni segue tre direttrici d’azione: l’organizzazione delle Conferenze di pianificazione della rete, il monitoraggio e la manutenzione della rete escursionistica, la registrazione degli itinerari di maggior rilievo e importanza a scala provinciale.

“Oltre a dare continuità al lavoro comune, il protocollo amplia il campo di azione e definisce con maggiore precisione obiettivi, regole e modalità della nostra cooperazione” spiega il Vicesindaco Jacopo Suppo, che ha firmato l’intesa a nome della Città metropolitana.

Il Presidente Bruno Migliorati sottolinea che:

“il CAI-Gruppo Regionale Piemonte ha trovato nella Città Metropolitana un interlocutore preparato e attento, con cui è stato possibile impostare il lavoro per il rilevamento e la ricognizione dei percorsi e degli itinerari escursionistici, a supporto sia della pianificazione della rete provinciale svolta dalla Città Metropolitana in attuazione della Legge regionale 12 del 2010, sia della valutazione tecnica svolta dalla Consulta provinciale per il patrimonio escursionistico e della pianificazione degli interventi di recupero, manutenzione e valorizzazione della rete”.

Siglando il protocollo d’intesa, la Città Metropolitana e il CAI del Piemonte si sono impegnati a condividere dati e informazioni sullo stato della rete escursionistica, utili a favorirne la percorrenza in sicurezza. Il protocollo prevede anche l’aggiornamento e la valorizzazione del patrimonio comune di dati e informazioni e la produzione di strumenti di supporto alla fruizione escursionistica online e cartacei. CAI e Città Metropolitana prevedono di partecipare congiuntamente a progetti e partenariati locali, regionali e nazionali finalizzati alla promozione e alla valorizzazione degli itinerari escursionistici più rilevanti del territorio metropolitano. Il protocollo prevede inoltre un’attività congiunta per il monitoraggio, la manutenzione e la gestione di percorsi e itinerari, con il coinvolgimento degli Enti gestori della rete escursionistica, delle sezioni locali del CAI e delle associazioni di volontariato. Sono previste anche attività congiunte di formazione e aggiornamento sulla normativa in materia, rivolte agli Enti gestori della rete escursionistica.

Le verifiche

Oltre alla verifica dell’andamento delle attività congiunte, il protocollo d’intesa prevede una cooperazione per lo sviluppo, la sperimentazione e l’adozione di procedure tecniche e protocolli operativi, l’elaborazione di progetti, il coordinamento e la realizzazione di attività formative e di aggiornamento rivolte ai volontari appartenenti al CAI e ad altre organizzazioni del settore.

È prevista l’istituzione di un tavolo tecnico, che elaborerà un programma di ricognizione della rete escursionistica, da attuare con il concorso dei rilevatori del CAI e delle associazioni del settore. Il programma dovrà definire i fabbisogni di manutenzione straordinaria degli itinerari e dei percorsi escursionistici principali.

Il tavolo tecnico

Il tavolo tecnico coordinerà il programma di monitoraggio, l’acquisizione, l’elaborazione e la restituzione dei dati e definirà le procedure standard di monitoraggio, che dovranno essere coerenti con quelle già adottate in sede regionale. Durante le attività di ricognizione e monitoraggio verranno utilizzate le apparecchiature di rilevamento GPS e si seguiranno le procedure e le modalità di compilazione delle schede definite dal tavolo tecnico, condivise con la Regione Piemonte e descritte durante i corsi di formazione dei rilevatori.

La modalità di divulgazione

Le modalità di divulgazione di informazioni all’utenza escursionistica saranno definite dal tavolo tecnico. Città Metropolitana e CAI-Gruppo Regionale Piemonte collaboreranno per reperire risorse regionali, nazionali e comunitarie a sostegno dei progetti comuni. La Città Metropolitana potrà concedere contributi a copertura delle spese per la realizzazione di progetti sulle materie oggetto del protocollo d’intesa.

rete_escursionistica_Val Cenischia_4
Foto 1 di 9
rete_escursionistica_Val Cenischia_3
Foto 2 di 9
rete_escursionistica_Val Cenischia_2
Foto 3 di 9
rete_escursionistica_Val Cenischia_1
Foto 4 di 9
Rocciamelone_da_Val_Cenischia_1
Foto 5 di 9
0052_TUINV
Foto 6 di 9

0052_TUINV

rete_escursionistica_Val Cenischia_6
Foto 7 di 9
rete_escursionistica_Val Cenischia_7
Foto 8 di 9
rete_escursionistica_Val Cenischia_8
Foto 9 di 9
Seguici sui nostri canali