Menu
Cerca
festa del 420

Cannabis for Future: in piazza per legalizzare la cannabis e favorire l’economia

E' un mercato che vale 1/3 della manovra finanziaria e che potrebbe contribuire a sanare la grave crisi occupazionale della penisola.

Cannabis for Future: in piazza per legalizzare la cannabis e favorire l’economia
Attualità Torino, 20 Aprile 2021 ore 16:11

Oggi, in Italia, la cannabis è un business da oltre 10 miliardi di Euro all’anno (studio condotto dal Prof. Pietro David ricercatore ISPC CNR, anno 2020) ed il settore che potrebbe creare 345.000 nuovi posti di lavoro (prof. Marco Rossi, “Una valutazione economica: legalizzare conviene (con qualche accorgimento)”, anno 2018). Sono queste le motivazioni che hanno spinto gli attivisti del movimento Cannabis for Future a scendere nelle piazze italiane per la Festa del 420, ricorrenza che ogni anno si celebra in tutto il mondo il 20 aprile.

Perché 420?

Cosa significa 420? Il 20 aprile – da qui il numero 4-20 – è conosciuto a livello mondiale come la giornata celebrativa della marijuana. La ricorrenza nasce nel 1972 alla San Rafael High School in California, cinque studenti decisero di darsi appuntamento all’uscita da scuola, alle 4 e 20, per partire alla ricerca di una piantagione abbandonata. L’appuntamento si ripeté di anno in anno, diventando il loro codice segreto che pian piano si diffuse in tutta la scuola e poi in altri stati. Il successo del 420 si consolidò poi grazie al gruppo rock Grateful Dead, che fecero loro il motto ‘Hey, 420’ consacrandolo a livello internazionale.

In piazza a Torino e non solo

A Torino, gli attivisti di Cannabis for Future, che conta oltre 5mila sostenitori in tutta Italia, si sono ritrovati questa mattina in Piazza Castello in numero limitato e rispettando le norme anti-Covid, distribuendo simbolicamente banconote fac-simile che rappresentano il volume d’affari perso a causa della mancata legalizzazione della cannabis.

La manifestazione si è svolta contemporaneamente anche a Bari, Milano, Genova, Reggio Emilia, Bologna, Cagliari, Padova e Palermo, in ogni città i rappresentati locali hanno spiegato ai cittadini le loro posizioni distribuendo materiale informativo.

Mercato proficuo, ma in ombra

Quello della cannabis -spiegano- è un mercato che vale 1/3 della manovra finanziaria e che potrebbe contribuire a sanare la grave crisi occupazionale della penisola. L’effetto positivo derivante dalla legalizzazione della cannabis sarebbe oltretutto immediato, perché il mercato già c’è, già esiste la domanda e l’offerta che oggi, però, è totalmente nelle mani delle organizzazioni criminali. Legalizzare significherebbe pertanto, portare alla luce un mercato che oggi si muove in maniera decisamente proficua nell’ombra.