Edizione 2020

Il Comune di Torino vince il premio EcoHitech nella categoria “Efficienza energetica e sostenibilità ambientale”

Il primo premio è stato assegnato alla soluzione City Platform di Edison.

Il Comune di Torino vince il premio EcoHitech nella categoria “Efficienza energetica e sostenibilità ambientale”
Altro Torino, 04 Novembre 2020 ore 18:00

Premio EcoHitech: nella categoria “servizi ai cittadini” vince il Comune di Torino.

Il Comune di Torino vince il premio EcoHitech nella categoria “efficienza energetica”

Sono Pavia, Roma, Antrodoco, Torino, Vercelli e Cremona i Comuni “virtuosi” premiati durante la XXI edizione dell’Award Ecohitech, che ogni anno riconosce le Smart City italiane e le soluzioni intelligenti adottate dalle Pubbliche Amministrazioni con importanti risultati di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica.

Promosso dal Consorzio Tecno, il premio è stato assegnato oggi, mercoledì 4 novembre 2020, all’interno di un webinar dedicato alla digitalizzazione nelle PA tra soluzioni e casi di successo, all’interno di Key Energy, la manifestazione di riferimento per energie rinnovabili ed efficienza energetica.

I vincitori 2020

La giuria di esperti dell’Ecohitech Award 2020 ha eletto i vincitori per le diverse categorie, valutando sia la portata innovativa sia le ricadute ambientali ed energetiche delle soluzioni e dei progetti presentati.

Ecco i nomi dei vincitori:

Categoria Efficienza energetica e sostenibilità ambientale
Nella categoria efficienza energetica e sostenibilità ambientale, il primo premio è stato assegnato alla soluzione City Platform di Edison realizzata presso il Comune di Torinoper la complessità e il livello di innovazione del progetto oltre che per l’importanza di questo strumento di analisi predittiva nel supportare le decisioni delle Pubbliche Amministrazioni”.

Il secondo premio è andato a un Comune sardo, il Comune di Serrenti, che ha dimostrato come l’eccellenza nasca anche nei progetti più piccoli. Il premio è stato assegnato al progetto Casa dell’Energia con la seguente motivazione: “un premio che sottolinea l’impegno e l’effort di un piccolo Comune nel portare casi concreti (su piccola scala) su quelli che potrebbero essere gli effetti di comunità energetiche e micro-grid”.

Infine, una menzione speciale nella categoria efficienza energetica è andata al progetto di risparmio energetico in ambito ospedaliero realizzato dalla Humanitas di Gradenigo “per la concretezza del progetto che ha portato a importanti risultati di efficienza energetica e che va evidenziato come esempio e come stimolo per altri enti pubblici e grosse strutture”.

Categoria Illuminazione intelligente
Il primo premio della categoria è stato assegnato alla soluzione Alosys switch e al Comune di Antrodoco. Un premio che riconosce “la portata innovativa della soluzione in grado di introdurre notevoli miglioramenti nelle fasi di gestione e manutenzione dei pali della luce con conseguenti risparmi.”

Menzione speciale, inoltre, per il progetto di riqualificazione illuminotecnica del Comune di Vercelli a cura di IREN “per la dimensione e la complessità del progetto, per i risultati ottenuti in termini di sostenibilità ed efficienza e, non ultimo, per l’importanza data alla qualità della luce.”

Categoria Digitalizzazione
Nella sotto-categoria dedicata alla digitalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni, sono stati assegnati due riconoscimenti importanti. Il primo premio è andato al Comune di Pavia anche grazie al servizio di salta-code digitale offerto da U-first “per la concretezza di un progetto di digitalizzazione verticale e per l’utilità sociale del nuovo servizio offerto ai cittadini, soprattutto nel momento dell’emergenza Covid-19”.

Una menzione speciale è stata poi assegnata al Comune di Roma con il progetto Piazze Smart, che rientra in un programma ampio e complesso di digitalizzazione di Roma Capitale. La menzione va “alla progettualità e alla complessità del percorso smart city e digitali transformation che sta compiendo Roma in questa direzione”.

Categoria Servizi ai cittadini
Nella categoria servizi ai cittadini, il primo premio è andato a Optimon per il progetto Smart Bin (ovvero cestino intelligente) realizzato presso il Comune di Cremona. Con la seguente motivazione: “un premio assegnato alla soluzione intelligente per il suo carattere innovativo rispetto a quelle già esistenti e per le ricadute ambientali e di ottimizzazione che ne derivano”.

Categoria Progetti internazionali
Vincitore della categoria progetti internazionali è Skypersonic con l’innovativo progetto di controllo transoceanico in real-time di droni per applicazioni civili presso il Comune di Torino e in collaborazione con Torino City Lab. Il premio è andato “all’innovazione tecnologica e ai nuovi ambiti applicativi della mobilità aerea che rappresenta una nuova frontiera in ambito smart city.”

Il Premio

Dal 1998, l’Ecohitech Award premia ogni anno gli enti pubblici che, attraverso progetti e tecnologie innovative, hanno raggiunto significativi risultati in tema di sostenibilità, risparmio energetico, sicurezza e miglioramento dei servizi ai cittadini valorizzando le best practice e le soluzioni più innovative. ECOHITECH AWARD: UNA GIURIA DI ESPERTI

Fanno parte della Giuria, esperti del mondo accademico e istituzionale:

  • Davide Chiaroni, Co-Fondatore e Vice Direttore Scientifico di Energy & Strategy Group presso il MIP del Politecnico di Milano
  • Laura Bellia, Responsabile Tecnico-Scientifico di AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) e Professore presso il Dip. di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli
  • Angelo Di Gregorio, Direttore del CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del territorio) e collaboratore di TSCAI (The Smart City Association Italy)
  • Andrea Flumiani, membro del CdA dei Fondi Italiani per le Infrastrutture
  • Nicoletta Gozo, Coordinatrice Progetto Lumière & Pell di ENEA
  • Giuseppe Gustinetti, consigliere di Assodel (Associazione Distretti Elettronica – Italia)
  • Dino Marcozzi, Segretario generale di Motus E,associazione italiana sulla mobilità elettrica
  • Gildo Tomassetti, Segretario del Chapter Emilia-Romagna di Green Building Council (GBC Italia)
  • Antonio Vrenna, Vicepresidente di Federesco (Associazione delle energy service company)

Pusher fermato dalla Polizia, si mangia la marijuana

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità